Come scegliere un anemometro digitale

Gli anemometri sono dispositivi sofisticati utilizzati per misurare la velocità del vento. Sono strumenti inestimabili in meteorologia utilizzati per studiare i modelli meteorologici e prevedere condizioni meteorologiche avverse. Inoltre, gli anemometri possono essere utilizzati in una varietà di contesti, come ricerca, escursionismo, canottaggio, paracadutismo, istruzione, antincendio, raccolta dati, reportage TV, edilizia, climatizzazione e in agricoltura. Si noti che il primo anemometro meccanico è stato sviluppato nel XV secolo da Leon Battista Alberti. Tuttavia, fu John Thomas Robinson che nel 1846 inventò il famoso anemometro a tazza e fu accreditato come l’inventore del moderno anemometro.

Perché dovrei comprare un anemometro digitale?

Gli anemometri vengono utilizzati in una grande varietà di circostanze diverse. Sono utilizzati per sparare, cacciare, controllare l’inquinamento atmosferico, tenere conto dei rischi di ingegneria, monitorare le turbine eoliche o semplicemente studiare l’effetto del vento. Inoltre, gli anemometri sono una parte fondamentale del monitoraggio del tempo.

Gli anemometri analogici sono ingombranti, per non dire altro. Anche se non conosci gli anemometri, probabilmente hai già visto apparecchiature simili. I modelli analogici spesso funzionano avendo la forza del vento che colpisce contro le piccole tazze, che ruotano i bracci meccanici attaccati alle tazze del vento. Quando il vento soffia più velocemente, le tazze girano più velocemente.

  • MISURAZIONE DELLA VELOCITÀ DEL VENTO FISSA E PRECISIONE ELEVATA: 0,3-30 m / se precisione: 0,1 dgts
  • ESSENZIALI PER TEMPO MALE: conoscerai la tendenza degli uragani prima di uscire. L'anemometro HOLDPEAK fornisce misurazioni rapide per l'analisi delle condizioni ambientali critiche.
  • ANEMOMETRO MULTIFUNZIONALE DI CUI AVETE BISOGNO: Velocità del vento, temperatura e vento gelido in un display LCD. Anemometro digitale portatile misura la velocità del vento in 5 unità: m / s, km / h, ft / min, nodi, mph.
  • PIÙ SPECIFICHE EXTRA RISPETTO AD ALTRI MISURATORE DI VELOCITÀ DEL VENTO: Attraverso il regolatore di temperatura integrato per regolare la temperatura C / F. Registra e richiama la funzione Max / Min / Media / Corrente. Indicazione di batteria scarica. Il foro della vite nel pulsante può essere collegato a un cordino.
  • SERVIZIO POST-VENDITA RASSICURANTE: Abbiamo una qualità perfetta. Se il misuratore che hai ricevuto presenta problemi di qualità, contatta il nostro personale post-vendita in tempo e ti serviremo in buona fede.

Le persone collocano macchine di base come queste nel loro cortile come decorazioni, ma usare un dispositivo come questo per misurare la velocità del vento è stata in realtà un’invenzione di un architetto italiano circa cinque secoli fa. Fortunatamente, non dobbiamo più fare affidamento su apparecchiature analogiche. La nostra tecnologia è andata avanti.

Trovare l’anemometro digitale giusto richiede una comprensione dettagliata del tipo di misurazioni che si intende eseguire. Stai lavorando in condizioni stazionarie? Stai effettuando il monitoraggio mobile? Differenze apparentemente piccole possono avere un grande impatto sulle prestazioni di un anemometro.

I vari tipi di anemometri

Il design dei dispositivi di misurazione della velocità del vento è notevolmente migliorato nel corso degli anni, portando alla creazione di dispositivi di misurazione a filo caldo, elettrici e sonori. Ora ci sono diversi tipi di anemometri. Gli anemometri a tazza sono tra gli articoli più popolari, che consistono in tre o quattro tazze fissate su un asse verticale. Gli anemometri a palette, d’altra parte, hanno la forma di mulini a vento e sono ideali per le alte velocità del vento.

Inoltre, ci sono sofisticati anemometri a filo caldo che valutano la perdita di calore per misurare la velocità dell’aria, nonché anemometri a tubo pilota che misurano la pressione del vento per ottenere letture accurate della velocità del vento. Detto questo, gli anemometri sonici sono definiti come le unità più precise che utilizzano l’analisi delle onde ultrasoniche per rilevare la velocità del vento. Molte persone preferiscono gli anemometri portatili per la loro praticità e portabilità.

Anemometri a coppa

Gli anemometri a coppa sono il tipo più semplice di anemometri. Gli anemometri sono costituiti da diverse tazze rotanti montate su un palo. Gli anemometri a tre coppe sono i più comuni visti. Man mano che il vento diventa più forte, la tazza gira più velocemente e l’anemometro trasferisce la velocità del flusso d’aria e la visualizza come lettura digitale.

Gli anemometri a coppa sono comunemente usati dalle stazioni meteorologiche professionali e dagli istituti di ricerca. A volte vengono come parte di strumenti meteorologici di precisione più grandi. Gli anemometri sono disponibili anche in diversi fattori di forma: alcuni sono progettati per essere montati all’esterno degli edifici; altri funzionano bene sulla parte superiore di un’auto o per l’uso portatile tenuto in mano.

Anemometri a palette

Un altro tipo di anemometri sono gli anemometri a palette. Sono anche conosciuti come anemometri a elica o mulino a vento. Gli anemometri sono simili agli anemometri a coppa, ma usano una serie di pale eoliche invece di coppe rotanti. Gli anemometri a palette devono essere rivolti nella direzione in cui soffia il vento. Spesso usano una banderuola opposta all’elica per spostarsi nella direzione del vento.

Un anemometro a elica viene utilizzato per misurare la velocità e la portata volumetrica su griglie d’aria in edifici residenziali e servizi. Possibile in combinazione con un cono di misura quando il flusso non è laminare. La velocità della paletta rotante dell’anemometro viene convertita in energia elettrica, che viene poi trasferita nella velocità dell’aria.

Come gli anemometri a tazza, gli anemometri a palette o gli anemometri ad elica contano automaticamente il numero di giri al secondo per calcolare la velocità del vento e visualizzare in digitale. Funzionano bene nelle miniere per misurare la velocità del rilascio di metano.

Fattori da valutare nella scelta di un anemometro

A causa delle loro diverse applicazioni, gli anemometri sono molto apprezzati sia dai professionisti che dai dilettanti. La scelta di un anemometro, tuttavia, può essere scoraggiante. Come affermato sopra, esiste un’ampia varietà di modelli; i potenziali acquirenti possono scegliere. Si noti che gli utenti dovrebbero considerare tre fattori principali: requisiti, specifiche e costi totali.

Requisiti vari

Prima di acquistare un anemometro, gli utenti dovrebbero decidere dove utilizzeranno il dispositivo (condizioni stazionarie, monitoraggio mobile). G li anemometri a banderuola sono ideali per i venti ad alta velocità. Anche il materiale utilizzato è fondamentale per garantire precisione e durata.

Poiché gli anemometri sono spesso esposti a condizioni meteorologiche avverse, i dispositivi dovrebbero essere in grado di resistere a diverse condizioni meteorologiche, incluso il ghiaccio. È interessante notare che anche il colore dell’anemometro dovrebbe essere considerato, soprattutto se l’unità verrà utilizzata in luoghi freddi, con le unità nere che possono scongelarsi più velocemente degli anemometri bianchi.

A seconda delle esigenze dell’utente, anche le dimensioni e il design dell’unità sono essenziali per garantire il comfort dell’utente e letture accurate. Per fornire un esempio, le unità portatili sono ideali per le avventure all’aria aperta. Inoltre, le unità con alette grandi e dispositivi a tre tazze possono essere più precise degli anemometri con alette piccole e quattro tazze, rispettivamente.

Specifiche

Forse il parametro più importante da considerare prima di acquistare un anemometro sono le valutazioni di precisione. Tieni presente che è consigliabile cercare unità con valutazioni di precisione di circa +/- 5%. Un altro fattore importante da considerare è la risposta alla velocità del vento; le unità affidabili di solito hanno rapporti sulla velocità del vento superiori a 0-150 km/h e risposte rapide tra le letture (progettate per raffiche di vento). Anche la portata dell’unità è importante (consigliati 0-150 metri), soprattutto quando si tratta di modelli portatili. Si noti che le unità digitali con un display di facile lettura e pulsanti chiaramente contrassegnati sono ideali per i principianti.

Accuratezza di misurazione

Poiché stai utilizzando uno strumento per effettuare misurazioni, una delle tue prime preoccupazioni dovrebbe essere la precisione dello strumento. La precisione di cui hai bisogno dipende da come intendi utilizzare le informazioni. Se sei un tiratore che sta effettuando un tiro a lunga distanza, non ti importerà se la tua lettura è sfasata di 0,2 km all’ora.

Ma se stai effettuando misurazioni scientifiche o stai lavorando con gas pericolosi, probabilmente vorrai maggiori livelli di precisione per abbinare l’intensità delle attività che hai in mente. Se non hai requisiti per una maggiore precisione, non devi prestare molta attenzione a questo tipo di variabile. Potresti anche interessarti alle metriche. Sono riportati in metri o pollici? Puoi passare da una all’altra? Non dare per scontato questo tipo di funzionalità o finirai per dover fare i calcoli nella tua testa.

Risposta e velocità del vento

La maggior parte degli anemometri sarà limitata a misurare fino a circa 150 km/h. Se vuoi andare oltre, dovrai procurarti uno strumento specializzato. Ma il limite di 150 km/h non dovrebbe essere troppo scoraggiante per la maggior parte delle persone. Almeno, a patto che tu non stia cercando di inseguire gli uragani, come avrai visto fare a qualche americano in TV.

Dovrai anche pensare ai tipi specifici di eventi che stai cercando di misurare. Stai cercando di misurare un’improvvisa raffica di vento o di eseguire misurazioni ripetute in rapida successione? I tempi di risposta possono essere critici. Non vuoi dover aspettare tra una lettura e l’altra o avere un tempo di risposta troppo lento per catturare correttamente una breve raffica di velocità.

Dimensioni e costruzione

Gli anemometri digitali tendono ad essere piuttosto piccoli, spesso tascabili. Di conseguenza, le dimensioni non sono un grosso problema perché quasi tutte tendono ad essere abbastanza portabili. Ma la qualità della loro costruzione rimane importante quanto qualsiasi strumento di misurazione.

Soprattutto strumenti soggetti a forze come il vento, che possono essere riempiti con piccoli frammenti di particolato e detriti che producono impatti ad alta velocità con lo strumento. Potresti anche considerare se l’anemometro può essere attaccato a un treppiede o fissato in altro modo contro una superficie fissa. Anche gli anemometri mobili sono spesso in grado di eseguire questo tipo di misurazione.

Costi totali

Dalle unità a tazza ai dispositivi sonori, esiste un’ampia varietà di anemometri con costi variabili. Si noti che le unità più avanzate ma costose sono dotate di numerose funzionalità, come le impostazioni che consentono le misurazioni della temperatura del vento e il passaggio da una metrica all’altra (nodi, piedi / min, ecc.). Gli utenti dovrebbero anche considerare la fonte di alimentazione dell’unità.

Notare che la maggior parte degli anemometri sono alimentati da batterie; alcune unità hanno modalità di risparmio energetico e spie luminose per quando la batteria si sta scaricando. Ultimo ma non meno importante, anche gli accessori sono essenziali; i potenziali acquirenti dovrebbero considerare se l’unità può essere fissata a un treppiede, un cordino o un’altra superficie.