Come scegliere un generatore di corrente

I generatori portatili, o gruppi elettrogeni, sono il tipo più comune di generatore elettrico sul mercato. Questo perché offrono la più ampia applicazione e flessibilità d’uso. Tuttavia, sceglierne uno può essere difficile. Ci sono molte differenze tra i generatori portatili. L’elenco delle caratteristiche dei generatori alimentati a carburante è lungo. Ad esempio, ci sono tre tipi di avviamenti, tre tipi di carburante, diverse opzioni per il controllo del carburante e l’elenco potrebbe continuare. In questo articolo vedremo come scegliere il modello di gruppo elettrogeno più adatto alle proprie esigenze.

L’acquisto di un generatore dovrebbe essere una scelta informata. Ci sono una serie di caratteristiche di progettazione, caratteristiche elettriche e meccaniche a cui pensare prima di acquistare un generatore portatile. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su come scegliere il generatore portatile giusto per te (ne puoi trovare un’ampia scelta con ottimo rapporto qualità/prezzo qui). Questa è una guida dettagliata sui generatori portatili.

Nella maggior parte dei casi, un generatore portatile è un generatore mobile alimentato da propano liquido, benzina o una miscela olio / gas. Tuttavia, alcuni altri tipi di generatori sono talvolta etichettati come generatori portatili. Questi sono il piccolo generatore inverter e il leggero generatore a energia solare. Essi hanno l’etichetta di generatore portatile perché sono facili da trasportare.

Un gruppo elettrogeno a doppio combustibile gasolio / propano.

Potenza e dimensionamento del generatore portatile

La dimensione dei generatori di corrente è misurata dalla loro potenza elettrica, non dalle loro dimensioni fisiche o dal peso. I generatori portatili alimentati a carburante possono essere classificati in 3 livelli di potenza. Questi sono inferiori a 2000 watt, 2000-7000 watt e 7000 watt o più. I generatori portatili con una potenza inferiore a 2000 watt sono i più leggeri e di solito vengono trasportati a mano con una maniglia. La maggior parte di questi modelli pesa meno di 30 chilogrammi.

Cerca i migliori generatori di corrente qui

Le dimensioni di un generatore portatile tra 2000 watt e 7000 watt variano notevolmente. Questi modelli possono essere trasportati a mano o costruiti come un carrello con ruote. Maggiore è la potenza, maggiori sono le dimensioni del generatore. I generatori portatili più potenti sono pesanti, diciamo da 100 a 150 kg. Questi sono considerati modelli pesanti. Spesso hanno un design protettivo con pneumatici pieni.

I generatori menzionano due livelli di potenza; la potenza di marcia o di lavoro (running) e la potenza di picco (surge). Entrambe sono misurate in watt. La potenza di marcia è anche chiamata potenza nominale. Questa è la capacità del generatore per un periodo di tempo continuo. La potenza di picco è anche chiamata potenza di avviamento o watt di avviamento. I dispositivi e gli apparecchi elettrici consumano più energia quando vengono accesi. Per soddisfare questa maggiore necessità di energia, i generatori hanno anche una sovratensione. Tuttavia, essa può essere mantenuta solo per pochi secondi.

Esempio di utilizzo di un generatore di corrente portatile.

Come calcolare la quantità di energia necessaria a un gruppo elettrogeno? Fai un elenco di tutti i dispositivi elettrici e gli apparecchi da far funzionare sul generatore. Per ogni elemento dell’elenco, annota la potenza di funzionamento in watt. Includi anche la potenza di picco in watt, ove possibile. Non riesci a trovare la potenza dell’articolo? Calcola il wattaggio usando questa semplice formula: watt = ampere x volt.

Aggiungi tutti i watt degli apparecchi accesi e operanti normalmente. Questa è la potenza di funzionamento minima richiesta del generatore. Prendi il valore più alto per la sovratensione degli apparecchi. Aggiungi questa potenza aggiuntiva ai watt di funzionamento totali. Oltre alla potenza minima richiesta, aggiungi qualche centinaio di watt. Questo per garantire che il generatore possa gestire eventuali fluttuazioni di potenza o esigenze aggiuntive in futuro.

Non tutti i dispositivi e gli apparecchi menzionano la sovratensione. Per evitare danni elettrici e sovraccarichi, aggiungi alcune centinaia di watt alla potenza di funzionamento totale richiesta. Puoi usare un foglio elettronico e dati reperibili sul web per farti un’idea della potenza dei vari apparecchi che intendi usare. Ma attenzione: questi sono numeri generali che potrebbero non essere applicabili ai tuoi articoli specifici. Controlla sempre la potenza di ogni tuo dispositivo elettrico che desideri mantenere in funzione con un generatore.

Scegli un modello e design adatto in base all’utilizzo

Una volta trovata la potenza richiesta dal generatore, puoi iniziare a pensare al design del generatore portatile. Come accennato, la maggior parte dei design è strettamente correlata alla potenza del generatore. Significa che maggiore è la potenza, più grande è il generatore.

I generatori portatili più piccoli sono buone opzioni per un uso occasionale come i viaggi in campeggio. Questi modelli sono più facili da trasportare e si adattano facilmente a un’auto. Se hai solo bisogno di caricare alcuni dispositivi elettrici personali come telefoni cellulari e torce elettriche, questi generatori più piccoli sono sufficienti. Un’alternativa ancora migliore per i viaggi all’aperto è un generatore portatile di energia solare. Grazie all’energia solare e alle batterie ricaricabili, questi generatori non richiedono cablaggi e cavi estesi. Ciò ti fa risparmiare ancora più spazio e peso.

Un generatore portatile da campeggio.

Quando hai bisogno di più potenza ma non ti aspetti di gestire un intero edificio, un generatore portatile di medie dimensioni è la scelta migliore. I generatori portatili progettati come un carrello facilmente trasportabile sono utili per i cantieri all’aperto o per un camper. Questi generatori hanno abbastanza potenza per utensili elettrici ed elettrodomestici come una TV o un frigorifero. Se ti aspetti di trasportare spesso il generatore portatile, presta molta attenzione a quanto sia mobile il design. Cerca ruote robuste e una presa comoda sul manico.

I generatori portatili più grandi sono in qualche modo fuorvianti. Sì, i modelli hanno le ruote ma a causa del loro peso non sono facili da spostare. Alcuni modelli pesano più di 125 e non dovrebbero essere tirati da soli. Tuttavia, la loro potenza a volte è necessaria ad esempio in condizioni meteorologiche estreme. Cerchi un generatore portatile che possa fungere da generatore domestico di backup? Poiché il generatore deve essere utilizzato per un solo luogo, scegli un punto sicuro per il generatore. In questo modo, il generatore può rimanere fermo e il peso non è più un problema.

Un’altra caratteristica da considerare è il tempo di funzionamento di un generatore. Il tempo di funzionamento di un generatore alimentato a carburante è solitamente espresso a mezzo carico (50% di capacità) o un quarto di carico (25% di capacità) con un serbatoio pieno. Prendiamo il seguente esempio: un generatore ha 8 ore di funzionamento a mezzo carico. Se si tratta di un generatore con 2000 watt di potenza nominale, può funzionare per 8 ore quando il carico è mantenuto a 1000 watt.

Un piccolo gruppo elettrogeno con un’autonomia sufficiente per molti lavoretti. Ti consiglio di cercare online per risparmiare il modello adatto a te, ad es. qui.

Il tempo di funzionamento dei generatori portatili a energia solare è misurato in watt all’ora o “WH”. Poiché non è presente il serbatoio del carburante, il tempo di funzionamento dipende da quanto è grande il carico collegato. Altre cifre di tempo importanti sono quante ore di sole ha bisogno per essere caricato completamente. La maggior parte dei generatori di energia solare include anche batterie ricaricabili. In questo caso, è importante considerare anche il numero di ore per raggiungere la piena carica.

Tipi di prese e quante prese ti servono

È meglio avere più prese sul tuo generatore portatile. Ci sono due ragioni principali per avere più prese su un generatore portatile. Il primo motivo è  semplice: permette di distribuire il carico. Il carico è il numero di apparecchi collegati al generatore. Distribuire queste connessioni su più prese rende più facile per il generatore mantenere stabile la propria erogazione di potenza.

D’altra parte, non è consigliabile utilizzare tutte le prese contemporaneamente. L’utilizzo simultaneo di tutte le prese del generatore fa sì che il generatore lavori molto duramente. Per un periodo di tempo prolungato ciò può causare un sovraccarico o un sovraccarico di lavoro. Un generatore sovraccarico danneggia tutti i dispositivi collegati, compreso il generatore stesso.

Le prese di un gruppo elettrogeno di tipo industriale.

Il secondo motivo per cui avere più prese su un generatore è utile è per la varietà del tipo di presa. La maggior parte dei generatori portatili è dotata di due prese standard; una spina da 230 volt 10 amp e una spina da 230 volt 20 amp. Prestare molta attenzione agli ampere ed ai volt necessari per i dispositivi collegati. Non collegare dispositivi che superano i volt e gli ampere menzionati.

Se il generatore non è dotato di un interruttore automatico, procuratene uno. Esso protegge sia i dispositivi sensibili collegati che i generatori. I generatori portatili progettati per avere una potenza sufficientemente stabile per dispositivi elettrici sensibili hanno anche un tipo di spina aggiuntivo. Alcuni generatori portatili leggeri sono dotati anche di una porta USB.

Caratteristiche aggiuntive spesso desiderabili

Alcune funzionalità del generatore portatile possono essere aggiunte al generatore da un tecnico qualificato. Una è l’indicatore del carburante. Tenere traccia del livello nel serbatoio del carburante di un generatore portatile è importante. Non vuoi che il generatore rimanga senza carburante durante le emergenze, ma non vuoi nemmeno che sia troppo pieno. Controllare la quantità di carburante rimasta è difficile con alcuni modelli. Questo è facilmente risolvibile con un indicatore del carburante.

Un indicatore di carburante è sempre molto utile.

Può essere utile anche uno stabilizzatore di carburante. Svuotare il serbatoio del carburante di un generatore portatile è ancora più difficile che tenere traccia di quanto sia pieno. Questo è il motivo per cui molte persone scelgono di riempire un po’ il serbatoio del carburante. Tuttavia, lasciare un generatore al minimo con del carburante al suo interno provoca danni alla macchina. L’uso di uno stabilizzatore del carburante previene danni come corrosione e possibili problemi di avviamento.

Molti generatori portatili hanno un avvio a strappo. Ciò significa che è necessario tirare un cavo per accenderlo. Un avviamento a strappo è un po’ più laborioso poiché è normale dover tirare più volte con grande forza. Soprattutto per le persone anziane, un avviamento a strappo è un ostacolo. Fortunatamente, molti modelli più recenti includono già un avviamento elettrico. In tal caso, il generatore portatile necessita di una batteria. che può essere installata se non è già presente.

Infine, i generatori portatili sono rumorosi. Soprattutto i generatori portatili con la massima potenza fanno molto rumore. Tuttavia, ci sono opzioni più silenziose come generatori inverter e generatori a energia solare. Esiste una soluzione anche per i generatori portatili alimentati a carburante. Alcuni modelli possono essere dotati di silenziatori per ridurre il rumore. I silenziatori non renderanno il generatore portatile completamente silenzioso ma aiutano a mitigare il problema.

Un silenziatore per generatore di corrente. Ne puoi trovare diversi qui.

Installazione di un gruppo elettrogeno di backup

Un interruttore di trasferimento è essenziale per i generatori domestici in standby. Collega il generatore alla casa attraverso la rete elettrica. L’interruttore di trasferimento impedisce al generatore di accendersi contemporaneamente alla normale alimentazione elettrica. Quando entrambe le fonti di elettricità sono collegate, si corre il rischio di incendi e di circuiti bruciati.

Lascia che un professionista installi l’interruttore di trasferimento per te. Questo è un lavoro preciso che può portare alla folgorazione se non eseguito correttamente. Un altro motivo per cui un interruttore di trasferimento è importante è prevenire il backfeed, che si verifica quando il generatore invia onde elettriche nella direzione opposta al suo flusso normale. Ciò è altamente pericoloso e mette le persone operanti vicino al generatore in pericolo di vita.

Il backfeed può verificarsi quando il generatore è collegato alla rete principale dell’area. Può anche verificarsi quando un generatore è collegato direttamente alle prese principali dell’edificio. Non tentare mai nessuna connessione. Collega sempre il generatore portatile a un edificio alla sua rete elettrica principale tramite un interruttore di trasferimento. Segui attentamente le istruzioni del manuale utente del generatore portatile e prendi tutte le precauzioni di sicurezza necessarie.