Come rendere un liquido fluorescente

È facile creare acqua luminosa da utilizzare per fontane o come base per altri progetti. Fondamentalmente, tutto ciò che serve è acqua e un prodotto chimico per farla brillare. In pratica, ci sono vari modi in cui i progetti scientifici si possono illuminare al buio, come vedremo in questo articolo. Ad esempio, puoi estrarre un colorante fluorescente atossico da una penna evidenziatrice. Una volta che hai reso il liquido fluorescente, puoi aggiungerlo a più acqua per creare fontane luminose, usarlo far crescere alcuni tipi di cristalli luminosi, creare bolle luminose e impiegarlo per molti altri progetti a base d’acqua.

Per rendere un liquido fluorescente puoi usare la vernice fosforescente, che è fosforescente e si illumina ovunque da pochi minuti a qualche ora. La vernice o la polvere fosforescente tendono a non essere molto solubili, quindi è buona per alcuni progetti e non altri. L’acqua tonica si illumina molto intensamente quando viene esposta alla luce ultravioletta ed è ottima per i progetti commestibili. Il colorante fluorescente è un’altra opzione per un effetto luminoso sotto una luce ultravioletta.

Creare un liquido fluorescente con un evidenziatore

Puoi creare un fantastico liquido fluorescente a casa usando l’interno di una penna evidenziatrice gialla. La fluoresceina di queste penne è sicura da maneggiare. Estrarre il liquido fluorescente da una penna evidenziatrice per rendere un liquido luminoso è così facile che dovresti provarlo per un esperimento scientifico entusiasmante. Rimarrai sorpreso da quanto sia brillante il liquido fluorescente. I ragazzi più piccoli l’adorano, versarlo nei contenitori davanti ai loro occhi è davvero soddisfacente.

Alcuni comuni pennarelli evidenziatori utilizzabili per questa esperienza.

Ma questo è solo il punto di partenza per tante divertenti applicazioni che lasceranno a bocca aperta gli spettatori. Possiamo usare il liquido così creato anche per scrivere messaggi segreti e disegnare immagini che appaiono fantastiche alla luce UV! Puoi trovare qui una lampada UV utilizzabile per evidenziare la fluorescenza del liquido e delle scritte o immagini con esso create. Puoi anche fare riferimento al nostro articolo dedicato più specificamente all’argomento, che trovi qui.

L’occorrente è costituito da un paio di contenitori di vetro medi, una penna evidenziatrice gialla, una pinza, una protezione per il piano di lavoro, un paio di guanti e una luce UV portatile (una lampada UV, ma va bene anche una torcia UV). Anche la penna evidenziatrice può essere acquistata, come la lampada UV, direttamente online a un cifra assolutamente ragionevole, ad esempio qui. Se acquisti evidenziatori di vari colori, lo spettacolo risulterà naturalmente ancora più divertente.

Ecco come puoi estrarre la fluoresceina da una penna evidenziatrice. Per prima cosa devi proteggere la tua superficie di lavoro e indossare i guanti. Usando le pinze apri la penna evidenziatrice, oppure usa un coltello per tagliare (con cura) una penna evidenziatrice a metà, dopodiché rimuovi la cartuccia e la fai cadere in un bicchiere riempito in precedenza con circa 50 ml di acqua, dopodiché spremi la cartuccia nell’acqua in modo da far uscire inchiostro della penna evidenziatrice nel liquido.

La formula chimica della fluoresceina, contenuta ad es. in un pennarello evidenziatore.

Quando hai estratto abbastanza inchiostro dalla penna, puoi chiamare il tuo pubblico. Accendi la lampada UV (non puntarla mai verso gli occhi tuoi o delle altre persone!) e, spenta la luce principale… WOW! Vi potrete divertire molto a versare ed a giocare con il liquido alla fluoresceina sotto l’illuminazione UV. Potresti provare con evidenziatori di altri colori di evidenziatore, ma scoprirai che quelli gialli funzionano meglio in quanto hanno una buona quantità di fluoresceina.

Come creare grandi quantità di liquido fluorescente

Maggiore è la quantità di acqua che vuoi rendere fluorescente, maggiore è la quantità di polvere di fluoresceina (acquistabile online ad es. qui) che dovrai far reagire con essa. In pratica, riempi la bottiglia o il contenitore con acqua. Usa il cucchiaio per prendere una piccola quantità di polvere di fluoresceina e mescola nell’acqua. Un pizzico tingerà un’intera vasca piena d’acqua. La quantità esatta varierà a seconda dell’intensità del colore che desideri e della quantità di acqua con cui la stai mescolando.

Polvere di fluoresceina, che puoi facilmente acquistare online qui.

Un altro modo per creare un liquido colorante, eseguibile solo sotto la supervisione di un adulto, richiede dell’urea (un composto chimico di formula CO(NH2)2 e che in condizioni normali si presenta come un solido cristallino incolore, acquistabile sotto forma di concime minerale ad esempio qui) e dell’acido citrico, un ingrediente multiuso per le pulizie ecologiche e che si può acquistare qui.

Ti occorrerà, in pratica, il seguente materiale:

  • 1 cucchiaino di urea (detta anche carbamide);
  • 1 cucchiaino di acido citrico;
  • tazza di alluminio;
  • bruciatore;
  • candela;
  • bastone di legno;
  • contenitore d’acqua.

Trasferisci 1 cucchiaino di urea in una tazza di alluminio e posizionatela su un bruciatore. Aggiungi 1 cucchiaino di acido citrico e scalda. Quando riscaldati, i cristalli di urea e acido citrico si sciolgono. Continua a riscaldare fino a quando la miscela acquisisce un colore marrone giallastro. Raffredda la miscela risultante e scioglila in acqua. La soluzione acquosa si illumina di blu alla luce UV.

Una miscela riscaldata (ad es. con infrarossi) di urea e acido citrico mostra fluorescenza.

Non succederà nulla se, invece, si dissolve direttamente una miscela di urea e acido citrico in acqua e si accende una luce UV su di essa. Tuttavia, se l’acido citrico e l’urea vengono prima fusi insieme e la fusione risultante viene poi sciolta in acqua, si illuminerà di blu alla luce UV. Se riscaldate insieme, infatti, queste sostanze formano un po’ di acido citrazinico, che è ciò che “illumina” la soluzione sotto i raggi UV.

Tale luminescenza è chiamata “fluorescenza”: la rapida emissione di energia luminosa a seguito dell’assorbimento, da parte di una sostanza, di luce o altre radiazioni elettromagnetiche. Una volta che hai il colorante, puoi aggiungerlo a più acqua per creare fontane luminose, far crescere alcuni tipi di cristalli luminosi, creare bolle luminose e usarlo per molti altri progetti a base d’acqua.

Puoi anche rendere fluorescente un fiore. Spremi la tintura dal tampone di inchiostro in una piccola quantità di acqua. Taglia l’estremità di un fiore in modo che possa raccogliere l’acqua. Metti il fiore nell’acqua con l’inchiostro. Attendi alcune ore affinché il fiore assorba l’inchiostro fluorescente. Quando il fiore avrà assorbito l’inchiostro, i suoi petali si illumineranno sotto una luce UV.

Un fiore reso fluorescente in poco tempo grazie alla fluoresceina.

Come creare una fontana d’acqua fluorescente

Puoi realizzare una semplice fontana d’acqua fluorescente – eventualmente anche una versione da tavolo – utilizzando una comune pompa da acquario, come da es. quelle che trovi qui. Le fontane d’acqua da tavolo per interni possono svolgere un ruolo importante nell’arredamento dei nostri uffici e case. Portare acqua gorgogliante e fluente nelle nostre aree di vita e di lavoro aiuta a riportare una sensazione naturale nella nostra vita. Tali fontane sono meravigliosi abbellitori di ambienti e riduttori di stress.

Molte persone vogliono una fontana nel loro ufficio o in casa o ne hanno già una. Sebbene le aziende offrano fontane in una varietà di stili e prezzi, nulla può essere paragonato alla sensazione di realizzazione nel creare la tua fontana, per giunta che utilizza acqua fosforescente. Costruendo la tua fontana fosforescente, risparmi denaro e puoi selezionare i materiali che renderanno speciale la fontana, a cominciare dal liquido, che la renderà assolutamente speciale.

L’idea di base nel creare una fontana è visualizzare come l’acqua scorre attraverso e intorno a rocce, legno e qualsiasi altra cosa scegliate in un modo che suoni come naturale e sembri piacevole da vedere. Costruire una fontana può essere semplice come mettere alcune pietre e una piccola pompa in un contenitore con acqua. Non deve essere costoso o lussuoso. Ovviamente, come acqua, userete il liquido speciale che avrete preparato con una delle tecniche descritte in precedenza.

Un’artistica fontana d’acqua fluorescente fai-da-te.

Tutto ciò che serve per costruire una semplice fontana d’acqua è tipicamente: un contenitore o una ciotola; una piccola pompa dell’acqua da acquario e un tubo di plastica trasparente; rocce; ciottoli; ardesia; cristalli; pietre semipreziose; pezzi di legno alla deriva; conchiglie. Tutto ciò che si accompagna in natura all’acqua, puoi usarlo in una fontana. Quindi piante come edera, fiori, bambù, etc. Ogni oggetto può avere un significato speciale, aggiungendo così alla particolarità della tua fontana.

Il contenitore che contiene la fontana può variare notevolmente. Puoi usare ciotole di ceramica, vasi di fiori di plastica, scatole di vetro o di legno. I contenitori più semplici e meno costosi sono vasi di plastica o ciotole di ceramica. Alcuni vasi di plastica tendono a vibrare quando si mette tutto insieme. Le ciotole di ceramica sono più solide, diminuendo la vibrazione. Il contenitore non deve avere fori sul fondo. Dimensioni e profondità insufficienti significano che dovrai riempire la fontana più spesso.

L’acqua deve coprire la pompa; in caso contrario, la pompa si brucerà. Le pompe per acquari vanno bene. Seleziona una piccola pompa ad acqua sommergibile da un negozio di animali, un negozio di ferramenta o un centro di forniture da giardino. Idealmente, la pompa dovrebbe avere piedini a ventosa per tenere saldamente la pompa sul fondo del contenitore, un motore silenzioso, una manutenzione semplice e una potenza ridotta. Le più piccole funzionano bene per i contenitori di dimensioni tipiche.

Una grande e spettacolare fontana fluorescente pubblica.

La maggior parte delle pompe ha una regolazione del flusso d’acqua, quindi chiedi al momento dell’acquisto di una pompa se ha questa funzione. Più alta è la fontana, più litri all’ora avrai bisogno per portare l’acqua in cima alla tua fontana. Controllare quotidianamente il livello dell’acqua per la prima settimana, aggiungendo acqua fresca se necessario per mantenere la pompa completamente coperta. Pulisci periodicamente la fontana, il contenitore, la pompa, le rocce, etc.

Posizionare la pompa dell’acqua sul fondo del contenitore, assicurandoti che il cavo sia nella parte posteriore. La pompa può essere messa in qualsiasi punto. Una volta che la pompa è in posizione, versa un po’ d’acqua nel contenitore e assicurati che la pompa funzioni. Aggiungi acqua fino a coprire la valvola di aspirazione (minimo di due pollici). Collega la pompa alla presa elettrica. Se stai usando una pompa con un regolatore, potresti voler vedere cosa faranno le diverse impostazioni.