Come creare un profumo personalizzato

Hai mai visto i tuoi genitori vestirsi per una grande serata? Potrebbero anche cospargersi un po’ di dopobarba e spruzzarsi un po’ di profumo, poiché è un’occasione speciale. Ma sapevi che l’uso di profumi e profumi è un’attività antica? I profumi e l’arte di creare profumi sono un’arte che ha migliaia di anni. In questo articolo imparerai un modo per creare la formula di un nuovo profumo, e potrai sperimentarla per creare il tuo profumo personalizzato usando gli ingredienti o le fragranze che ti sarai procurato. Sei quindi pronto a intraprendere il fantastico percorso della creazione fai-da-te del profumo?

Per alcuni il compito di creare un profumo può sembrare un po’ scoraggiante, ma non ti preoccupare, la nostra guida passo passo è qui per iniziarti a tale arte e ti aiuterà a rendere felice il tuo naso. Innanzitutto, procurati una piccola bilancia digitale che costa una ventina di euro (come quelle che puoi trovare qui) e ti sarà utile pure per altri esperimenti di chimica: non usare mai le gocce! Misurare i tuoi ingredienti in grammi è molto più accurato quando vuoi creare e ricreare la tua formula.

Le gocce possono sembrare più facili da usare, ma è molto difficile ottenere la stessa quantità di ingrediente in ogni goccia. Prima che tu lo sappia, puoi finire con il trovare una formula piuttosto interessante che sarà abbastanza difficile da ricreare! Per iniziare, non è necessario investire in una costosa bilancia da laboratorio. Una piccola scala di precisione da 0,01 grammi sarà sufficiente, e sarà possibile passare a una scala di precisione da 0,001 g soltanto in un secondo momento.

Una economica bilancia digitale con cui iniziare.

Procurati dei buoni ingredienti da aziende affidabili: gli ingredienti di profumeria standard del settore sono difficili da trovare se acquistati in piccole quantità, quindi questo passaggio richiederà un po’ di ricerca, soprattutto se vuoi assicurarti di ottenere ingredienti di alta qualità. Esistono in commercio alcuni cofanetti di ingredienti che ti consentono di costruire la tua collezione di ingredienti con fino a 60 delle materie prime di profumeria più utilizzate. Quindi, valutane l’acquisto se fai sul serio.

Questi ingredienti sono stati appositamente selezionati per iniziare e, cosa ancora più importante, sono già diluiti nell’alcool del profumiere, in modo da poter garantire un risultato più soddisfacente, anche a livello di principiante. Se non sei un produttore di fragranze professionale ma sei più avanzato con le tecniche di miscelazione, sarai limitato sul dove trovare fonti affidabili di ingredienti. La maggior parte dei fornitori di ingredienti profumati come quelli sopra menzionati si occupano solo di aziende.

Pell Wall è un’ottima fonte di materie prime pure che vende anche ai consumatori finali. Fai attenzione, se non sei sicuro da dove cominciare, ti consigliamo di non acquistare ingredienti a caso, in quanto potresti ritrovarti a spendere molti soldi con risultati poco soddisfacenti. Al momento c’è un grande focus sugli ingredienti naturali, ma esplorare pure le opzioni di molecole ed estratti naturali (sono essenziali per il profumiere). Se puoi, tieni gli ingredienti in frigorifero per assicurarne la longevità.

Alcuni ingredienti per profumi che si trovano in commercio.

Come creare e perfezionare la “formula” di un profumo

Ora arriva la parte creativa. Quando sei in questa fase, pensa davvero a ciò che vuoi creare, questo si chiama “brief”. Che tipo di profumo vuoi creare? Floreale o legnoso o una combinazione di entrambi? Vuoi creare una fragranza leggera e ariosa o un profumo profondo e sensuale? Vuoi che la tua fragranza sia contrassegnata da una o due note singole o più (ad es. rose o legno di cedro)? Pensa a tutte queste cose e altro, o semplicemente a una storia o memoria creativa che vorresti realizzare.

Una fragranza è una formula complessa che può includere dozzine di ingredienti, ma consigliamo di allenarsi con una combinazione di pochi (10 o meno). Non esiste un libro sulla formula del profumo, la profumeria è una conoscenza che viene trasmessa dai profumieri ai profumieri e con un sacco di duro lavoro e dedizione. Occorre sperimentare e annotare esattamente le quantità utilizzate di ciascun ingrediente e le procedure seguite. Ma come scrivere una formula “nel modo corretto”?

Trascorri un po’ di tempo in questa fase in modo da concentrarti sul tuo obiettivo finale di profumeria. Una formula viene generalmente scritta al 100% (o su un totale di 1.000 o 10.000 quando si è più avanzati). Mantenere un totale chiaro e coerente consente di comprendere l’impatto di ogni singolo ingrediente all’interno della formula generale e di aiutare a rielaborare le formule. Annota sempre la tua formula: non vorremmo che perdessi la formula che ti rendeva irresistibile!

Esempio di formula sintetica di un profumo commerciale.

Dopo aver pesato gli ingredienti della tua prima formula, agita delicatamente e valuta il risultato su una striscia di profumo (i tipi di carta che trovi nei rivenditori di fragranze, ad es. qui). Le strisce di profumo sono disponibili in tutte le forme e dimensioni: grandi strisce, strisce affusolate, strisce imbottite e strisce standard. Per iniziare, con le strisce standard andrà bene. Se acquisti strisce di profumo appuntite, immergi la striscia di profumo all’estremità appuntita e annusala senza toccarti il naso.

Vi è poi la cosiddetta fase di rilavorazione. Dopo aver valutato ciò che è buono e ciò che è meno buono, sei pronto per una rielaborazione della tua idea modificando la formula. E così via … fino a quando non sarai felice. A volte possono essere necessarie centinaia di prove per farlo bene, quindi sii paziente! Un po’ come un cuoco che perfeziona la sua ricetta basandosi sul suo intuito e sulla sua esperienza, dovrai avere pazienza e intelligenza per arrivare a un risultato che sia di buon livello.

Diluisci in un solvente i tuoi ingredienti o la tua composizione

Avrai anche bisogno di procurarti un po’ di alcool profumato (il solvente, e questo sarà diverso a seconda che tu voglia fare una candela o un deodorante per ambienti). Se non possiedi una licenza per alcolici (il che è improbabile se sei un produttore occasionale), riteniamo che l’alcool del profumiere di Mistral sia affidabile e di alta qualità. Per i principianti e per sprecare meno ingredienti, raccomandiamo di diluire preventivamente i propri ingredienti al 10% per rendere le cose un po’ più facili.

Strisce per odorare i profumi che si possono acquistare online ad es. qui.

La diluizione in alcool è un passaggio essenziale in quanto rende la fragranza olfattiva molto più accessibile, mentre l’odore di una miscela di ingredienti puri sembrerà schiacciante e compatto. Ci sono state forse alcune volte nella vostra vita in cui avete trovato una fragranza che adorate davvero, ma anche nella sua forma più leggera disponibile è troppo forte per voi o travolge il vostro partner o altri con cui avete uno stretto contatto, anche se ne avete applicato solo un po’. La diluizione è la soluzione!

Come diluire l’ingrediente o la composizione? Come posso diluire ad es. al 10%? Ciò comporta alcuni calcoli di base, ma sappiamo che non è sempre così facile come sembra. Il 10% in alcool significa che diluirai 1 g del tuo ingrediente o composizione (puro) e aggiungerai 9 g di alcool (quindi il totale è 10 g). Se il tuo ingrediente è molto potente, potresti anche voler diluirlo all’1% in alcool. Quindi, in sostanza, ciò significa 0,1 g del tuo ingrediente che completi con alcool fino a raggiungere 10 g.

Non aver paura di provare, provare, fallire e riprovare: la profumeria è una lunga strada di tentativi ed errori. Questi passaggi sono solo l’inizio di un lungo viaggio di apprendimento in questa affascinante materia. I libri sulla formulazione di profumi sono una scoperta rara e la maggior parte dei profumieri si è formata per anni in una scuola di profumieri o all’interno del settore. Avere un naso non allenato non dovrebbe impedire la sperimentazione della fragranza, anche a livello di hobby!

Oli essenziali che puoi usare per realizzare il tuo profumo (ne trovi molti qui).

La profumeria è dove la scienza incontra l’arte. Sii logico. Sii intuitivo, segui il tuo naso, l’ingrediente che ha un odore estremamente forte lascia solo una traccia, altrimenti ci sono buone probabilità che possa sopraffare la tua miscela. Lascia la tua fragranza creata per circa un giorno per consentirle di stabilizzarsi e di maturare in se stessa. Alcune creazioni possono cambiare colore nel tempo, ma questo è normale e raramente influenzerà il tuo profumo. Divertiti con il mondo dei profumi!

Ricetta per un semplice profumo fai-da-te

Il profumo è un regalo classico, ma è ancora meglio se il profumo che dai è un profumo che ti sei creato, soprattutto se lo impacchi in una bella bottiglia. Il profumo che crei è privo di sostanze chimiche sintetiche e può essere completamente personalizzato per soddisfare i tuoi gusti personali. Il profumo è costituito da una miscela di oli essenziali in un olio base, insieme ad alcool e acqua. Ecco come creare il tuo profumo per iniziare. Avrai bisogno dei seguenti ingredienti:

  • 1/2 oncia di olio di jojoba o di mandorle dolci, che trovi qui (1 oncia = 28,35 g)
  • 2-1 / 2 once di etanolo (ad es. Vodka)
  • 2 cucchiai di acqua di sorgente o acqua distillata (non acqua di rubinetto)
  • Filtro del caffè
  • Bottiglia di vetro di colore scuro
  • 25 gocce di oli essenziali (puoi acquistarli in un negozio di salute o online o distillare il tuo)
  • 7 gocce di olio essenziale di nota di fondo
  • 7 gocce di oli essenziali di nota media
  • 6-7 gocce di oli essenziali di nota elevata
  • Un paio di gocce di note ponte (opzionale)

Gli olii essenziali che utilizzerai costituiranno la base del tuo profumo, chiamato “note”. Le note di base sono la parte del profumo che dura più a lungo sulla pelle. Le note medie evaporano un po’ più rapidamente. Le note elevate sono le più volatili e si disperdono più rapidamente. Le note ponte hanno tassi di evaporazione intermedi e servono a legare un profumo insieme.

Un profumo deve avere un equilibrio fra i tre principali tipi di note.

A volte altre sostanze vengono aggiunte a una formulazione di profumo, come sale marino (profumo dell’oceano), pepe nero (piccante), canfora e vetiver. Poiché gli oli essenziali evaporano a velocità diverse, il modo in cui un profumo ha un odore cambia nel tempo mentre lo indossi. Ecco alcuni esempi di note comuni di base, centrale, superiore e ponte:

  • Note di fondo: legno di cedro, cannella, patchouli, sandalo, vaniglia, muschio, lichene, felce
  • Note medie: chiodi di garofano, geranio, citronella, neroli, noce moscata, ylang-ylang
  • Note elevate: bergamotto, gelsomino, lavanda, limone, lime, neroli, orchidea, rosa
  • Note ponte: vaniglia, lavanda.

L’ordine in cui mescoli i tuoi ingredienti è importante poiché influenzerà il profumo. Se cambi la procedura, registra ciò che hai fatto nel caso in cui desideri duplicare un particolare profumo. Ecco la semplice procedura da seguire per creare il tuo profumo:

  • Aggiungi l’olio di jojoba o l’olio di mandorle dolci alla tua bottiglia.
  • Aggiungi gli oli essenziali nel seguente ordine: le note di base, seguite dalle note medie, quindi dalle note elevate. Aggiungi un paio di gocce di note ponte, se lo desideri.
  • Aggiungi 2,5 once di alcol (1 oncia = 28,3 grammi).
  • Agita la bottiglia per un paio di minuti, quindi lasciala riposare per 48-6 settimane. Il profumo cambierà nel tempo, diventando più forte in circa sei settimane.
  • Quando il profumo è dove vuoi che sia, aggiungi 2 cucchiai di acqua di sorgente al profumo.

Puoi creare il tuo profumo personalizzato ad es. partendo da essenze floreali o anche mescolando in modo opportuno dei profumi commerciali.

Infine, scuoti la bottiglia per mescolare il profumo, quindi filtralo attraverso un filtro da caffè prima di versarlo nella sua bottiglia finale. Puoi versare un po’ di profumo in una bottiglia decorativa, ma in generale, il profumo dovrebbe essere conservato in una bottiglia sigillata, lontano da fonti di calore e luce. Idealmente, dovresti usare una bottiglia scura con uno spazio vuoto minimo, poiché la luce e l’esposizione all’aria degradano molti oli essenziali. Infine, etichetta la tua creazione.